24 Giugno 2024

Colletta Alimentare Aprile 2024 Un Sentito Ringraziamento per la Colletta Alimentare a Villa di Tirano. Desideriamo esprimere la nostra profonda gratitudine a tutti...

  Con il progetto Iperal per il Sociale sosteniamo insieme le associazioni benefiche del nostro territorio! RACCOGLI I PUNTIDal 3 aprile al 5 maggio raccogli i...

Incontro con gli amici dell'Auser di Milano   Un incontro che generalmente avviene solo una volta all’anno, ma che è fonte di reciproca stima e amicizia. In...

MICROCREDITO IRFF SOSTEGNO A DISTANZA ODV Informazioni di base Nonostante le enormi risorse della nazione, le comunità locali in Nigeria stanno affrontando numerose sfide. In molte...

MOLDOVA: UN PROGETTO DI SOSTEGNO A DISTANZA PER I BAMBINI E LE LORO FAMIGLIE Coe dice anche la canzone: goccia dopo goccia nasce un fiume, un passo dopo l'altro si va lontano… quello che conta è...

AIUTARCI È SEMPLICE E NON COSTA NULLA! Quando compilerai la dichiarazione dei redditi (modello 730, Unico o CUD) avrai la possibilità di decidere a chi destinare il tuo 5 per mille. Apponi la...

5GIUGNO 2022 - INCONTRO PUBBLICO A VILLA DI TIRANO PRESSO L'AUDITORIUM

audi050622.JPG9.JPG6.JPGoratorio (1).jpeg

Era nostra intenzione organizzare un incontro pubblico prima dell’estate per permettere ai soci e amici dell’IRFF di ritrovarsi, rinsaldare la nostra amicizia e cogliere l’occasione per riportare la situazione dei profughi Ucraini in Moldavia. Come sapete quest’anno, oltre alle attività in favore dei bambini sostenuti a distanza della Moldavia, grazie al coinvolgimento di due comuni valtellinesi, diverse associazioni di volontariato e tanti cittadini di ogni provenienza, siamo riusciti ad inviare in Moldavia circa 20 tonnellate di viveri. Nello specifico questo incontro ha cercato di riportare le attività fatte per i profughi Ucraini e informare le persone sulle nostre attività.

La giornata è iniziata con il ritrovo di alcuni soci, presso la sede centrale dell’IRFF Sad OdV, per poi insieme partecipare alla manifestazione pubblica presso l’auditorium di Villa di Tirano.

Alle h 15 davanti a circa una cinquantina di persone Andrea Valgoi consigliere e socio IRFF introduceva l’incontro presentando il Coro dell’Oratorio di Villa che ci ha offerto due bellissime canzoni trattanti il tema della pace, da titolo “Da dove nasce la Pace e mani”. Queste canzoni eseguite in modo splendido hanno toccato le emozioni di tutti i presenti.

Poi è stata la volta del Sindaco Di Villa, “Quando mi hanno chiesto se ero d’accordo nel sostenere l’idea di sostenere una raccolta viveri a favore dei profughi in Moldavia, conoscendo il lavoro della IRFF che da anni fa in questa Nazione, l’ho approvata subito. Abbiamo saputo di altre Organizzazioni che hanno avuto problemi logistici, non riuscendo a consegnare alle popolazioni bisognose il materiale umanitario. Nel nostra caso”, ha continuato il sindaco, “abbiamo avuto la conferma da persone direttamente coinvolte ed esterne all’associazione Irff che tutto si è svolto con assoluta correttezza raggiungendo l’obiettivo prefissato e arrivando ad aiutare chi davvero aveva bisogno: questo ci ha reso orgogliosi.

A seguire l’intervento dell’Assessore alle politiche sociali di Talamona, Sig. Lara Luzzi che coinvolgendo anche il socio IRFF di riferimento la Sig.a Marsi Cerri ha espresso come queste iniziative vadano nella direzione della costruzione di quella pace tanto auspicata.

Abbiamo poi visto insieme il video che Andrea aveva preparato per l’occasione e che mostrava le varie attività di queste spedizioni per gli aiuti ai profughi seguito poi dall’intervento del Presidente IRFF Sergio Valgoi che ha introdotto l’associazione IRFF Sad Odv, con sede a Villa di Tirano, iscritta al RUNTS e che risponde al suo consiglio direttivo eletto democraticamente dai soci che era presente in Sala. Il Presidente ha poi spiegato come la visione dell’IRFF Sad OdV fosse nata su ispirazione dalla NGO_IRFF riconosciuta dall’Onu fondata dai coniugi Moon che ha al centro del proprio agire i valori della solidarietà, dell’aiuto concreto, dell’amicizia. Tutti valori che sono espressi inizialmente nella crescita di una sana famiglia. Sergio ha poi mostrato le fasi del progetto di sostegno a distanza che ha aiutato circa 1000 bambini in Moldavia attraverso tante iniziative grazie alla fiducia ricevuta da amici e sostenitori adottivi che hanno mantenuto fiducia nell’IRFF in questi oltre 25 anni di solidarietà. Sono state mostrato le varie attività inerenti al progetto di aiuto ai profughi ucraini mostrando il bilancio complessivo del lavoro svolto.

Sergio ha quindi introdotto il giornalista del Centro Valle, Marco Quaroni che si era recato nel mese di Marzo in Moldavia a seguire le fasi della distribuzione degli alimenti ai profughi ucraini. Lui ha raccontato che da tempo desiderava vivere una vera esperienza di solidarietà sul campo e quella era l’occasione giusta. Le persone intorno a lui lo sconsigliavano di intraprendere una simile avventura, ma lui sentiva che quello era una cosa da fare. Marco ha sottolineato l’importanza della grande generosità dei suoi concittadini raccontato come tutta la distribuzione dei viveri sia avvenuta con assoluta trasparenza raggiungendo pienamente l’obiettivo di aiutare chi aveva bisogno.

Andrea poi ha gestito con l’aiuto del nostro tecnico Patti Gianluca il collegamento ON_LINE con i responsabili Moldavi che avevano collaborato attivamente nella gestione e distribuzione in Moldavia degli aiuti ricevuti dall’Italia.

In primis Galina Procop, direttrice per più di 40 anni del più grande orfanotrofio della Moldova ed ora direttore operativo della IRFF_MD. Lei ha espresso gratitudine per un progetto come quello dell’IRFF che in tutti questi 26 anni non ha mai smesso di sostenere questi bambini Moldavi in difficoltà. Inoltre ringraziava tanto per l’aiuto ricevuto a favore dei profughi, sottolineando come questo aiuto avesse permesso di aiutare tante mamme Ucraine sole con il loro bambini e anziani in difficoltà.

E’ stata la volta di Valentin, Presidente IRFF_MD che ha ringraziato e spiegato come la distribuzione degli aiuti sia stato fatto i due modi: il primo a persone direttamente e nel secondo caso attraverso il coinvolgimento di amministrazioni di comuni limitrofi.

Ha preso la parola Sabina rappresentante delle Famiglie per l’Unita e la Pace Mondiale la quale ha raccontato che grazie al materiale ricevuto si riuscivano a soddisfare giornalmente circa 400 le persone che ricevevano questo sostegno materiale. Queste persone erano anche alla ricerca di un certo aiuto emotivo, ed è per questo che la sede della Federazione dove anche l’IRFF ha la sua sede centrale è diventata il centro di un progetto chiamato “Girasole” con l’intento di aiutare i bambini e le loro mamame a superare questo difficile momento.

Ha parlato quindi Cornelia una ragazza di 21 anni che studia medicina ed è responsabile dell’Associazione YSP (giovani per la pace) Lei ha spiegato che tanti giovani come lei sono stati coinvolti nella distribuzione del materiale e nel progetto.

E’ stata la volta di Esanu segretario Nazionale della UPF Moldava. “ Noi siamo una popolazione di circa 3 milioni di persone ed i profughi ucraini sono stati circa 500.000 di cui 70% in transito verso altre nazioni. Il 70% di questi profughi è stata ospitata in case private, il restante 30%  in strutture pubbliche. Esanu ha ringraziato sentitamente l’Italia per il grande aiuto che hanno ricevuto.

Andrea ha introdotto Carlo Zonato Presidente della UPF-ITALIA. ONG, fondata dai Coniugi Moon, accreditata presso L’ONU con Stato Consultivo Speciale, la Federazione Universale per la Pace UPF sostiene e promuove il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio: 1. Creando un Consiglio Interreligioso come un forum per promuovere i valori spirituali - 2. Rafforzando la famiglia come "Scuola d'amore" - 3. Promuovendo la cultura del servizio.

Il raggiungimento della pace nell'individuo e nella famiglia sono i passi indispensabili verso la realizzazione dell'armonia globale, questo in sintesi il messaggio della UPF. Carlo ha testimoniato del grande lavoro che questa organizzazione attraverso il coinvolgimento interdisciplinare ed interreligioso sta compiendo nel mondo attraverso una rete di organizzazioni cooperanti per il raggiungimento della Pace. Sono state mostrate delle foto che mostravano attività a livello mondiale come l’incontro fatto per la pace fatto in Korea nel 2020.

Carlo poi ha voluto consegnare un riconoscimento come Ambasciatore di Pace a Sergio Valgoi, come rappresentante dei tanti operatori di Pace dell’IRFF che collaborano per la costruzione di un mondo migliore.

Alla fine dell’incontro abbiamo fatto un rinfresco contenti di aver promosso un’azione di pace condivisa come una famiglia e come dice la sigla dell’IRFF (International Relief Frienship Foundation) è il sostegno unito dall’amicizia che può segnare il cambiamento: senza quella parte emotiva che lega le persone anche le azioni perdono di significato.

                

                                                          

ShinyStat

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information